L’esercizio della cura

DSC_0247

Piazza dell’Immaginario si prende cura, a modo suo, del quartiere. Ma chi si prende cura di Piazza dell’Immaginario?
Dopo qualche mese dalla sua inaugurazione, un utile bando interprovinciale si propone di finanziare, grazie a consistenti fondi messi a disposizione dal Governo, lavori di utilità collettiva da assegnare ai soggetti colpiti dalla crisi industriale del distretto di Prato. Ed ecco che a prendersi cura di Piazza dell’Immaginario arriva Vincenzo De Caro.
Vincenzo tiene la piazza pulita e in ordine, fa piccoli lavori di manutenzione, ha piantato anche le rose nelle aiuole che si affacciano su via Pistoiese. Ma soprattutto Vincenzo è da subito entrato nello spirito del progetto e si è avvicinato a coloro che vivono Piazza dell’Immaginario, per primi gli esercenti che gestiscono e lavorano nelle diverse attività commerciali che su di essa si affacciano. Vincenzo cerca e coltiva il dialogo con gli altri abitanti della piazza coinvolgendoli per stabilire regole condivise che permettano a tutti, ognuno per la sua piccola parte e ognuno con la sua piccola dose di attenzione quotidiana, di contribuire alla cura di Piazza dell’Immaginario e quindi della parte di quartiere che loro abitano.


2 thoughts on “L’esercizio della cura”

  1. lucia
     ·  Rispondi

    Nella piazza dell’immaginario l’esercizio della cura diventa realtà…prende forma e vita.grazie a vittoria e grazie soprattutto a Vincenzo.i piccoli gesti che cambiano le piccole cose diventano di straordin aria verità è bellezza.

  2. lucia
     ·  Rispondi

    errata corrige….di straordinaria verità e bellezza. (e congiunzione). :-)

Lascia un Commento

Your email address will not be published.

*