Stefano Calligaro, Poetrick n°104. In occasione di Aprto – Aperture del contemporaneo a Prato.

Il 3 marzo 2024 Dryphoto arte contemporanea aderisce a Aprto – Aperture del contemporaneo a Prato con Poetrick No.104 di Stefano Calligaro.

La seconda edizione di Aprto raccoglie eventi e aperture straordinarie di spazi indipendenti attivi nella produzione dell’arte contemporanea in città. Partecipano: ChorAsis, Dryphoto arte contemporanea, Estuario Project Space, Lottozero, Moo, Open Studio Italo Bolano, Spazio Materia e SC17.

In collaborazione con il Comune di Prato.

Stefano Calligaro è un artista italiano che vive a Cluj-Napoca (Romania), il suo lavoro esplora con anarchica sensibilità il potenziale trasformativo del linguaggio.

I suoi “Poetricks” sono allo stesso tempo opere d’arte, poesie minimali e strumenti utilizzati per mettere in discussione e ridefinire l’essenza, il significato e i confini dell’arte, del linguaggio e della poesia.

La necessità di coinvolgere lo spettatore in una fruizione attiva dell’opera d’arte è evidente anche nelle “materializzazioni” dei “Poetricks” di Calligaro in oggetti tangibili, in cui l’opera d’arte è il frutto di un processo collaborativo con galleristi, curatori, editori, collezionisti, istituzioni o altri individui ai quali viene affidato il compito di produrre e presentare l’opera d’arte stessa.

“Poetrick No.104” come ogni altro “Poetrick” di Stefano Calligaro, nasce da un glitch-verbale che trasforma una parola, o come in questo caso una frase di uso comune, in un nuovo e misterioso universo letterario.

Domenica 3 marzo dalle 11 alle 18
Dryphoto arte contemporanea
Via delle Segherie 33a, Prato

CS_Dryphoto_STEFANO CALLIGARO_poetrick

Stefano Calligaro
Poetrick No.104, edition of 5 flags, 150x100cm, materialized by Serena Becagli.
Courtesy: Galerie Emmanuel Hervé, Marseille (France); Sabot, Cluj-Napoca (Romania).